Polizia locale: gli agenti della Pedemontana a scuola di “Low light” - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Polizia locale: gli agenti della Pedemontana a scuola di “Low light”

Agenti della Polizia locale Pedemontana sempre più preparati ad operare in condizioni estreme, anche al buio. Il gruppo istruttori di tiro del Corpo dell’Unione ha infatti partecipato, a fine novembre, al corso di addestramento “Low light”, per l’utilizzo della torcia tattica in assenza di visibilità.
 

Il corso, organizzato nel poligono della Sezione di Tiro a Segno Nazionale di Parma, ha permesso agli agenti della Pedemontana di essere tra i primi nella nostra provincia ad apprendere i principi e le tecniche fondamentali per poter utilizzare le armi in situazioni di bassa o totale assenza di luminosità sfruttando la luce artificiale della torcia in dotazione. Un tipo di addestramento che gli ha consentito di acquisire nuove competenze e una maggiore professionalizzazione.
 

Le lezioni teoriche, che al termine prevedono simulazioni di interventi con scarsa o totale assenza di luce, si sono svolte nell’arco di una giornata al Poligono cittadino e sono state tenute da personale specializzato, coordinato e diretto da Pier Giuseppe Catellani, responsabile dell'attività istituzionale e istruttore UITS, nonché dirigente del direttivo del Tiro a Segno Nazionale di Parma. «Si tratta di tecniche nate e sviluppate negli Stati Uniti – spiega Catellani –. L’uso contemporaneo della torcia e dell’arma è più complicato di quanto si possa pensare e per operare in sicurezza occorre apprendere metodologie particolari tutt’altro che scontate. In inverno il buio arriva presto e questo può essere un problema che non viene sempre percepito da chi si occupa di pubblica sicurezza».


Il corso “Low light” permette di acquisire diverse tecniche, prosegue l’esperto istruttore, e non è rivolto unicamente agli operatori della sicurezza e alle forze di polizia, «ma anche ai civili in possesso del port’ d’armi, ovviamente con una formazione meno specifica rispetto ai professionisti». La difficoltà maggiore che si incontra nel dover impugnare nello stesso istante arma e torcia? «La coordinazione tra le due mani – osserva Catellani – : spesso la luce non viene puntata esattamente dove viene rivolta la pistola».

L’addestramento “Low light” verrà esteso ad altri agenti della Pedemontana e a gennaio si proseguirà con il corso avanzato. «Si tratta momenti di formazione importanti, che testimoniano non soltanto una continua attenzione all’aggiornamento ordinario dei nostri agenti, ma anche la volontà di raggiungere più elevati livelli di professionalizzazione  – sottolinea Franco Drigani, comandante del Corpo di Polizia locale dell’Unione Pedemontana Parmense –. Una professionalizzazione a tutela della sicurezza dei nostri stessi operatori che dovessero trovarsi ad intervenire in situazioni estreme, resa possibile dal servizio unico di Polizia locale organizzato livello di Unione, in grado di consentire una maggiore specializzazione dei nostri agenti».


Pubblicato il 
Aggiornato il