Buoni spesa per le famiglie della Pedemontana - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Buoni spesa per le famiglie della Pedemontana

L’Unione Pedemontana Parmense continua nella sua azione di sostegno al reddito delle famiglie che si ritrovano in difficoltà economiche, prioritariamente a causa dell’emergenza covid-19 e con un ISEE non superiore a 20mila euro.


I sindaci dei Comuni dell’Unione (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo), attraverso Pedemontana sociale, hanno infatti approvato i criteri per la nuova distribuzione di buoni spesa, per un totale di 265mila euro, messi a disposizione dallo Stato per far fronte agli effetti economici della pandemia.


I buoni, che verranno assegnati a seguito di un’istruttoria condotta dai servizi sociali di Pedemontana Sociale, potranno arrivare fino a 1000 euro sulla base del numero dei componenti della famiglia, e sono destinati ai cittadini residenti nei comuni dell’Unione che, a seguito della pandemia, abbiano subito un calo del lavoro o abbiano perso la propria occupazione, con un conseguente impatto negativo sul reddito. La precedenza nell’erogazione dei buoni verrà data, inoltre, ai nuclei con un patrimonio mobiliare non superiore a 8mila euro e che non abbiano già beneficiato di altre forme di contributi pubblici dal primo ottobre 2020 al 31 marzo 2021, come ad esempio il reddito o la pensione di cittadinanza, Naspi, locazione di alloggi ERP, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni oppure altre misure di aiuto economico a livello locale o regionale.


Nella composizione della graduatoria e nella determinazione dell’importo dei buoni spesa, verranno infine considerate le seguenti, ulteriori, situazioni di fragilità: nuclei numerosi (composti da almeno un genitore e tre figli minori, appartenenti alla stessa famiglia anagrafica, che siano figli del richiedente o del coniuge o ricevuti in affidamento preadottivo); presenza di familiari a carico con disabilità e/o anziani. Le domande per ottenere i buoni dovranno essere presentate da giovedì 1 a giovedì  15 aprile 2021.


Chi può presentare la domanda

I buoni spesa potranno essere richiesti per un solo nucleo familiare da chi è in possesso della cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea, oppure extracomunitario con regolare titolo di soggiorno valido (di breve o di lunga durata). Come già sottolineato precedentemente, l’erogazione dei buoni è esclusivamente rivolta  ai cittadini in possesso di certificazione ISEE in corso di validità (ordinario o attualizzato) non superiore a 20mila euro. Si invitano pertanto le famiglie interessate, a munirsi per tempo dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.


Modalità di presentazione della domanda

La domanda per richiedere i buoni spesa e la documentazione da allegare, potranno essere inviate tramite un modulo compilabile online che verrà messo a disposizione in questa pagina dal primo a 15 aprile 2021. Chi fosse impossibilitato a compilare il modulo online, potrà presentare la domanda allo Sportello sociale previo appuntamento e nel rispetto di tutte le misure di sicurezza necessarie (mascherina e igienizzazione delle mani). 

La domanda consisterà in un'autodichiarazione circa la composizione e la condizione economica del nucleo familiare, con l’indicazione di altre eventuali forme di sostegno al reddito percepite dal medesimo nucleo, alla quale dovranno essere allegati un documento d’identità in corso di validità e la certificazione ISEE non superiore a 20mila euro. 

Le domande prive dei requisiti richiesti o di sottoscrizione, oppure non compilate in ogni parte e con la documentazione richiesta , non verranno ritenute valide.


Gli Sportelli sociali dei Comuni possono essere contattati ai seguenti numeri telefonici o indirizzi email, nei seguenti orari:


Pubblicato il 
Aggiornato il