Niente differenziata per le utenze con persone positive o in quarantena - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Niente differenziata per le utenze con persone positive o in quarantena

Si comunica che, a seguito dell’Ordinanza regionale numero 43 del 20 marzo 2020, le persone che vivono in abitazioni dove sono presenti soggetti positivi al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria, non devono effettuare la raccolta differenziata, ma devono conferire i rifiuti come rifiuti urbani indifferenziati.


Stesso discorso per il conferimento dei dispostivi di protezione individuale (DPI) quali mascherine, guanti, fazzoletti etc. utilizzati come misura di prevenzione al contagio.


Per la raccolta dovranno essere utilizzati almeno due sacchetti (uno dentro l’altro) o in numero maggiore a seconda della loro resistenza, possibilmente utilizzando un contenitore a pedale.

 

Ai gestori del servizio spetterà assicurare, a partire da lunedì 23 marzo, una raccolta con frequenza almeno bisettimanale, anche a chiamata.


I gestori che operano sul territorio regionale dovranno inoltre sospendere il ritiro dei rifiuti ingombranti in tutti i casi in cui lo svolgimento del servizio non possa essere svolto in condizioni di sicurezza per gli operatori, o nel caso in cui il personale debba essere destinato ad altre attività comunque connesse allo svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti urbani. I rifiuti urbani indifferenziati dovranno essere prioritariamente inviati direttamente a termovalorizzazione, senza alcun trattamento preliminare.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il