Il convegno: "I fenomeni di criminalità e la percezione”. A Felino - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Il convegno: "I fenomeni di criminalità e la percezione”. A Felino

“I fenomeni di criminalità e la percezione”, è il titolo del convegno che si svolgerà mercoledì 27 novembre a partire dalle ore 10 al Castello di Felino, promosso da Unione Pedemontana Parmense e Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Forum Italiano per la Sicurezza Urbana (FISU).
 

Il Convegno si pone l’obiettivo di approfondire i processi di costruzione della percezione della sicurezza e l’andamento nel tempo di tale percezione, che spesso non coincide con la situazione reale. Si affronterà, in particolare, il tema delle “indagini di vittimizzazione”, utili per conoscere i “gruppi a rischio” che presentano le maggiori probabilità di subire un reato. La conoscenza dei “gruppi a rischio” è un elemento ritenuto oggi fondamentale per l’adozione delle politiche della sicurezza e le indagini di vittimizzazione hanno il pregio di analizzare tale rischio nei diversi segmenti della popolazione, oltre a consentire di rilevare il senso di insicurezza tra i cittadini.
 

I lavori si apriranno alle 10, con i saluti di Aldo Spina ed Elisa Leoni, rispettivamente presidente e assessore alla Sicurezza dell’Unione Pedemontana Parmense. L’introduzione sarà a cura di Stefano Garassino, vicepresidente FISU e assessore alla Sicurezza Comune di Genova, dopodiché inizieranno gli interventi dei relatori. Il primo a parlare sarà Franco Drigani, comandante della Polizia Locale dell’Unione Pedemontana che ratterà l’argomento “Sicurezza, tra percezione e realtà”. A seguire, due tra i massimi esperti nazionali sul tema: il professor Andrea Di Nicola dell’Università di Trento, parlerà de “I processi di costruzione della percezione della sicurezza”, mentre Maria Giuseppina Muratore, primo ricercatore Istat - Direzione Centrale per le statistiche sociali e il Censimento della Popolazione, analizzerà “L’andamento nel tempo della percezione di sicurezza e della vittimizzazione”.


Alle 13 le conclusioni, affidate al sottosegretario alla Presidenza Regione Emilia-Romagna Giammaria Manghi. Moderatore del convegno, Gian Guido Nobili, coordinatore FISU.


Pubblicato il 
Aggiornato il