Sventato suicidio e lotta al lavoro nero: premiata la PL - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Sventato suicidio e lotta al lavoro nero: premiata la PL

Sventato suicidio e lotta al lavoro nero: premiata la PL

Progetti innovativi, professionalità e senso del dovere, sono il virtuoso mix che ha permesso al Corpo di Polizia Locale dell’Unione Pedemontana Parmense, al suo comandante Franco Drigani e al vicecomandante Vito Norcia, di ricevere dalla Regione Emilia-Romagna due attestati di “apprezzamento e gratitudine”.

I riconoscimenti sono stati ritirati dalle mani del presidente Stefano Bonaccini lo scorso 11 maggio, nella Sala Auditorium della Regione a Bologna, dal vicecomandante in occasione della prima “Giornata regionale della Polizia Locale”, istituita dalla Giunta emiliano-romagnola per premiare le buone pratiche messe in campo dai vari Corpi e l’impegno dei tanti agenti quotidianamente impegnati per garantire la sicurezza e il rispetto della legalità. 

In particolare, l’attestato conferito a Drigani e a Norcia ha per motivazione un “servizio svolto con particolari qualità professionali e senso del dovere” nell’agosto del 2018, quando il comandante e il suo vice hanno sventato il suicidio di un uomo salito sul tetto della propria abitazione che minacciava di buttarsi. Minaccia che non ha avuto esito, grazie ad un paziente dialogo instaurato dai due ufficiali della PL Pedemontana con l’anziano deciso a farla finita.

Il secondo riconoscimento rivolto a tutto il Corpo di Polizia Locale dell’Unione è arrivato, come si legge nella motivazione, per “il progetto denominato attività di contrasto interforze al lavoro nero” che ha “sviluppato una prassi operativa di rilievo e valore per tutta la comunità regionale”. Il riferimento è ai servizi, particolarmente complessi, svolti dal Nucleo di Polizia Commerciale e Annonaria, guidato dallo stesso Norcia, nei mercati dei comuni dell’Unione insieme a Guardia di Finanza, Ispettorato del Lavoro e INAIL, che hanno portato alla scoperta di 10 lavoratori irregolari. Durante i blitz sono state controllate 35 attività commerciali, riscontrando 20 violazioni.

«Si tratta di due grandi riconoscimenti, conferiti tutt’altro che facilmente, per due interventi d’eccellenza – sottolinea il sindaco di Felino e assessore alla Sicurezza dell’Unione Elisa Leoni –. Riconoscimenti che ci riempiono di orgoglio e per i quali voglio ringraziare il comandante Drigani, il vicecomandante Norcia e tutti i nostri agenti che quotidianamente sono impegnati su tantissimi fronti per garantire la sicurezza della nostra comunità. Sicurezza che non significa soltanto verificare il rispetto del Codice della Strada».


Pubblicato il 
Aggiornato il