Open      
motore di ricerca

Protezione civile: sistema radio a prova di catastrofe

Protezione civile: sistema radio a prova di catastrofe

Da oggi il Servizio di Protezione civile dell’Unione Pedemontana Parmense può contare su un sistema di comunicazione radio indipendente, completo di ripetitori, in grado di funzionare in qualsiasi condizione, anche – facendo gli scongiuri – in caso di catastrofe.

Il nuovo sistema, che ha comportato un investimento pari a 35.000 euro, è stato testato nella mattinata di giovedì 31 gennaio a Felino, con una “prova radio” generale coordinata dalla Centrale operativa della Polizia Locale e della Protezione civile dell’Unione, centro nevralgico per la gestione delle emergenze. Mattinata che ha avuto inoltre uno scopo formativo per i responsabili del servizio e i referenti degli uffici tecnici comunali attivati in caso di calamità o di pericolo.

La rete, realizzata con tecnologia digitale DMR, è costituita da 18 ricetrasmittenti fisse e mobili, di cui tre a disposizione della centrale operativa della PL e dei COM (Centri operativi misti) di Collecchio e Traversetolo che vengono attivati in caso di emergenza sovracomunale, altre cinque per i COC (Centri operativi comunali costituiti nelle sedi municipali di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo), cinque radio portatili e cinque collocate sui veicoli in dotazione.

Le radio si interfacciano con un software installato nella centrale felinese, in grado di registrare le comunicazioni, geolocalizzare le ricetrasmittenti in tempo reale su una mappa, e che permette al sistema di connettersi con le reti Gsm, Gprs, Umts, con i sistemi di comunicazione utilizzati dalle associazioni di Protezione civile, dalle polizie locali, dal 118 e della Prefettura. Le ricetrasmittenti sono inoltre dotate di appositi pulsanti per la richiesta immediata di soccorso e di sensori per lanciare in automatico l’allarme “uomo a terra”.

«Grazie all’impegno dell’Unione, che ha sostenuto un investimento importante, è stato possibile realizzare un sistema radio tecnologicamente molto evoluto – sottolinea il comandante della Polizia Locale e responsabile del Servizio di Protezione civile dell’Unione Franco Drigani –. Sistema essenziale per la gestione delle emergenze, in grado di interfacciarsi con altre reti analogiche o digitali e di funzionare in qualsiasi condizione, grazie a ripetitori dedicati e gruppi di continuità».

«Questo investimento conferma ancora una volta il nostro impegno in materia di Protezione civile e rappresenta un altro, importante tassello per una gestione efficiente delle emergenze, in grado di garantire risposte rapide per la messa in sicurezza della popolazione – afferma Elisa Leoni, sindaco di Felino e assessore alla Sicurezza dell’Unione Pedemontana –. In questi anni sono state diverse le azioni messe in campo per potenziare il Servizio di Protezione civile dall’Unione – precisa –: dall’aggiornamento e divulgazione dei piani comunali, all’attivazione dei servizi di allertamento, passando attraverso la costruzione della nuova Centrale operativa. Azioni che continueranno – assicura Leoni – con altre, importanti iniziative».

Immagini
Prova radio Protezione civile Prova radio Protezione civile
Pubblicato il martedì 5 febbraio 2019
Aggiornato il martedì 5 febbraio 2019