Open      
motore di ricerca

Pane e Internet: la carica dei 600 “nonni digitali”

Pane e Internet: la carica dei 600 “nonni digitali”

Trentasei corsi per un totale di 566 iscritti, sei eventi di cultura digitale, mentre 92 sono state le persone che si sono rivolte ai servizi di facilitazione attivati nelle biblioteche. Questi i numeri, e che numeri, fatti registrare nei cinque comuni dell’Unione Pedemontana Parmense da Pane e Internet, il progetto triennale di alfabetizzazione digitale della Regione Emilia-Romagna, cofinanziato dall’Unione stessa, che si è concluso lo scorso anno.

Un’occasione preziosa, rivolta prioritariamente ai cittadini residenti nei territori di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo, per imparare a districarsi tra web, posta elettronica e i sempre più numerosi servizi on line, che possono mettere in seria difficoltà chi non è abituato a navigare nel grande mare di internet. Un’occasione che gli abitanti soprattutto “vintage” dell’Unione, hanno saputo cogliere appieno, esaurendo quasi tutti i posti disponibili per i 22 corsi gratuiti di primo livello (20 ore) e i 14 di secondo livello (16 ore) ad un costo poco più che simbolico di 50 euro. Sui 566 iscritti, infatti, i non residenti ammessi ai corsi per coprire i posti vacanti sono stati soltanto 83.

Scendendo ancor più nel dettaglio, a Collecchio sono stati organizzati 6 corsi di primo livello e tre di secondo, per un totale di 147 iscritti. A Felino i partecipanti sono stati 96, a Montechiarugolo 120, mentre a Sala Baganza e Traversetolo gli “alunni” sono stati, rispettivamente, 103 e 100. Gettando lo sguardo ai numeri registrati dal servizio di facilitazione, attivato in tutti e cinque i comuni per affiancare i cittadini a veleggiare sul web con l’aiuto di persone qualificate e opportunamente formate, a Collecchio i partecipanti sono stati 42, 20 a Traversetolo, 13 a Montechiarugolo, 10 a Sala Baganza e 7 a Felino. Diversi anche i cittadini presenti ai sei eventi di cultura digitale che, tanto per fare alcuni esempi, hanno trattato i temi della privacy sul web, l’utilizzo consapevole di Facebook da parte dei ragazzi, gli e-book e l’uso dei servizi sanitari online.

Oltre ad aver superato ampiamente gli obiettivi del progetto, Pane e Internet ha di fatto esaurito la domanda di alfabetizzazione proveniente dai comuni dell’Unione Pedemontana. Basti pensare che all’ultimo corso di primo livello che si è svolto a Collecchio tra il 2017 e il 2018, su 17 partecipanti tre non erano cittadini dell’Unione. E anche la lista di attesa era composta da 14 persone, tutte non residenti.

«Il numero dei nostri cittadini che hanno partecipato ai corsi di Pane e Internet ci riempiono di soddisfazione e mettono in evidenza l’importante traguardo raggiunto sul nostro territorio nell’alfabetizzazione digitale – commenta il presidente dell’Unione Pedemontana e sindaco di Collecchio Paolo Bianchi –. Il progetto, realizzato grazie a una felice collaborazione tra Regione e Unione Pedemontana Parmense, testimonia la nostra determinazione nel mettere concretamente in pratica l’Agenda digitale che abbiamo approvato e i numeri mostrano quanto l’iniziativa abbia meritato le risorse investite dall’Unione. Ora occorrerà sviluppare ulteriormente questo percorso – aggiunge il presidente –, pensando ad una formazione più mirata sull’utilizzo dei servizi online destinati al cittadino, come l’identità digitale e il Fascicolo Sanitario Elettronico, attraverso insegnanti professionisti e tutor certificati».



Pubblicato il mercoledì 30 gennaio 2019
Aggiornato il lunedì 18 marzo 2019