Open      
motore di ricerca

Servizi infanzia: 200mila euro dalla Regione

Servizi infanzia: 200mila euro dalla Regione

Duecentomila euro per abbattere le rette e rafforzare i servizi per la prima infanzia, tra i quali gli asili nido, nei cinque comuni dell’Unione Pedemontana Parmense. Tanti ne sono stanziati dalla Regione Emilia-Romagna per ridurre le liste d’attesa, promuovere interventi innovativi per una maggiore flessibilità organizzativa e la progettazione di interventi educativi mirati con il coinvolgimento delle famiglie.

A dare la buona notizia alle mamme e ai papà della Pedemontana, è il consigliere regionale Barbara Lori, che spiega come la cifra destinata ai cinque Comuni dell’Unione (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo) sia «riferita ai posti disponibili, particolarmente elevati in Pedemontana, a testimonianza delle politiche che nel tempo si sono sempre dimostrate attente ai bisogni delle famiglie e dei più piccoli». Nella ripartizione dei fondi regionali è stata infatti considerata la capacità ricettiva dei servizi per l’infanzia, considerando anche nelle strutture convenzionate.

Il presidente dell’Unione Pedemontana Parmense e sindaco di Collecchio Paolo Bianchi, sottolinea la sua «grande soddisfazione per la buona notizia», aggiungendo come i contributi siano stati stanziati «per fornire un servizio attento ai bisogni delle famiglie e dei loro bambini».

La delibera approvata dalla Regione per l’assegnazione dei fondi, garantisce inoltre le risorse destinate, in tutto il parmense, al coordinamento pedagogico territoriale con uno stanziamento di 51mila euro. A questi ne sono stati aggiunti altri 5mila per la formazione degli operatori dei servizi educativi assegnati al Distretto Sud Est, all’interno del quale rientrano i comuni dell’Unione.

Pubblicato il giovedì 15 novembre 2018
Aggiornato il lunedì 17 dicembre 2018